Visite più brevi, stress, aumento delle possibilità di errori diagnostici, diminuzione del tempo e quindi anche della qualità del rapporto tra medici e pazienti. Ma in Italia non fa “notizia”. Meglio le baggianate di Di Maio, anche Lilli Gruber è d’accordo.

… continua a leggere